Nel 2017, in Svizzera i fumatori erano il 27,1% della popolazione. Gran parte dei fumatori (il 19,1% della popolazione complessiva) consuma tabacco giornalmente, mentre una piccola parte di essi (l’8,0%) occasionalmente. La quota di fumatori è diminuita leggermente a partire dal 1997 (33,2%), ma dal 2007 è in fase stagnante. 

In generale, il fumo è più diffuso tra gli uomini (2017: 31,0%) che tra le donne (23,3%). Il consumo di tabacco, però, è sostanzialmente differente non solo a seconda del sesso, ma anche in funzione delle caratteristiche sociodemografiche. Nel 2017, tra le persone il cui massimo livello di formazione era il livello secondario II i fumatori rappresentavano il 30,1%, una percentuale superiore a quella riferita alle persone con un livello di formazione di livello terziario ma anche con una formazione di scuola dell’obbligo (risp. +7 e +3,1 punti percentuali). Inoltre, la quota corrispondente alle persone straniere (31,7%) è più elevata di quella delle persone di nazionalità svizzera (25,7%).

Questo indicatore fa parte del sistema di monitoraggio delle dipendenze e delle MNT (MonAM) dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

Il consumo di tabacco è una delle principali cause di numerose malattie, invalidità e decessi prematuri. Ha una correlazione evidente con la mortalità dovuta al cancro ai polmoni e aumenta il rischio di altri tipi di tumore (ad es. tumore della lingua o della laringe), di malattie cardiovascolari e malattie respiratorie croniche. Le malattie causate dal tabacco non soltanto portano a danni al benessere personale, ma generano anche costi sociali non indifferenti.

Definizione

Questo indicatore mostra la quota della popolazione a partire dai 15 anni che vive in un’economia domestica privata e che al momento dell’indagine fuma. Illustra l’andamento nel tempo e la diffusione del consumo di tabacco nella popolazione complessiva come pure in diversi gruppi di popolazione. Dal grafico ad anello si evince la quota dei fumatori giornalieri, dei fumatori occasionali e dei non fumatori.

L’indicatore si basa sugli indici TABAC3 e DAYSMOKE dell’indagine sulla salute in Svizzera (ISS). L’indicatore TABAC3 si compone della domanda relativa al consumo attuale di tabacco (consumo di tabacco: sì/no) e di quella relativa al consumo nel passato; indica la quota di fumatori (grafici in alto). Il calcolo dei fumatori giornalieri / fumatori occasionali / non fumatori (grafico ad anello) si basa sull’indice DAYSMOKE. La distinzione tra i fumatori giornalieri e quelli occasionali viene fatta soltanto dal 2007: le relative quote possono pertanto essere rappresentate nella seconda grafica soltanto a partire da quell’anno.

Una spiegazione delle variabili sociodemografiche è disponibile nel documento: Definizione dei criteri

Fonte

Informazioni supplementari

Informazioni ai media

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Tel. +41 58 462 95 05
media@bag.admin.ch

Ultimo aggiornamento

19.05.2021